Fuoco Pallido Tour quinto giorno

Fuoco Pallido Tour è una guida illustrata dedicata al romanzo di Vladimir Nabokov pubblicato nel 1962.

Il progetto grafico si compone di 9 tavole ispirate a quanto narrato nel libro: un tour attraverso i luoghi e i personaggi fantastici dell’immaginario reame di Zembla, del Palazzo Reale di Onhava e del Wordsmith College.

QUINTO GIORNO: PALAZZO REALE DI ONHAVA

Prima colazione. La mattina del quinto giorno sarà dedicata alla visita guidata al Palazzo Reale di Onhava, capitale del reame di Zembla, al cui gift shop sarà possibile acquistare la guida del palazzo e le riproduzioni dei gioielli della corona.

Il resto del soggiorno sarà a disposizione per continuare le visite o effettuare qualche escursione facoltativa, come la città di Aros con il palazzo ducale di Conmal.

Fuoco Pallido Tour Palazzo Reale di OnhavaFuoco Pallido Tour Palazzo Reale di Onhava

PALE FIRE – I GIOIELLI DELLA CORONA

Fuoco Pallido Tour Palazzo Reale di Onhava

Dalla nota al verso 681-682: Russi tetri spiavano
« […] Gli estremisti ritenevano, a ragione, che il barone Bland, il Custode del Tesoro, fosse riuscito a nascondere i gioielli prima di saltare o cadere giù dalla Torre Nord; ma non sapevano che aveva avuto un aiutante, e sbagliavano ritenendo che i gioielli dovessero essere cercati nel palazzo dal quale il mite e canuto Bland non si era mai allontanato, se non per morire. Posso aggiungere, con perdonabile soddisfazione, che essi furono, e sono tuttora nascosti in un recesso completamente diverso, e del tutto imprevedibile, di Zembla.»

Fuoco Pallido Tour Palazzo Reale di Onhava

Dalla nota al verso 71: i miei
« […] Non è facile descrivere con chiarezza nelle brevi note di un commento a un poema le diverse vie d’accesso a un castello fortificato, e quindi, conscio delle difficoltà, avevo preparato per John Shade – era giugno quando gli raccontavo gli avvenimenti in cui accenno in alcune glosse (per esempio, si veda la nota al verso 130) una pianta piuttosto ben disegnata degli appartanenti, terrazze, bastioni e luoghi di ricreazione del palazzo di Onhava.»

 

VAI AL GIORNO SUCCESSIVO

VAI AL GIORNO PRECEDENTE

Le citazioni sono tratte dall’edizione italiana del 2002 pubblicata da Adelphi nella traduzione di Franca Pece.

Qualsiasi materiale presente nell’articolo è frutto d’invenzione ed ogni riferimento a fatti e persone esistenti è puramente casuale.